L’arte della “Secchiata del giorno prima”


Ok… mancano due giorni all'interrogazione, alla verifica o all'esame in università e ovviamente tu hai pensato bene di passare gli ultimi pomeriggi insieme agli amici, con la tipa/il tipo o semplicemente davanti al pc dicendoti “Da domani mi metto a studiare! Lo prometto!”
Tranquillo sei in buona compagnia… ma questa non deve essere una scusa per farlo anche la prossima volta!!

Ora, l’unica soluzione per non farsi stampare all'esame o per evitare un bel 4 se sei ancora uno studente da superiori o medie è mettere in atto l’antica arte della “Secchiata del giorno prima”.
Per chi non lo sapesse con questo termine si intendono tutte le disperate attività volte ad immagazzinare nel proprio cervello il maggior numero di informazioni possibili riguardanti la materia incriminata nel minor tempo possibile.

E, fidati di me, se non hai un buon metodo ti assicuro che combinerai solo un gran casino.

La prima cosa da fare è iniziare a leggere le millemila pagine che hai lasciato indietro. Ma per farlo ci impiegheresti troppo tempo quindi o impari a leggere ad una velocità supersonica (vai alla guida sulla lettura veloce) oppure per farcela dovrai mettere in atto la tecnica della scrematura. Devi cioè cercare di leggere solo le cose veramente importanti del testo; quindi essenzialmente i titoletti e le cose in grassetto.

Ora che hai una idea a grandi linee dei contenuti inizia a buttare giù una o più mappe che possano schematizzare il tutto e rileggile qualche volta cercando di formare un discorso.
Adesso tutto dipende da quanto tempo hai… dovrai cioè aggiungere a questo schema iniziale il maggior numero di informazioni secondarie che trovi nel testo. Ma stai attento, metti ciò che puoi veramente ricordare e tralascia quello che non ti rimarrà mai in testa in solo un pomeriggio di studio. Se invece hai più di una giornata molto meglio! Cosi potrai arricchire di più le mappe e con queste, non solo il discorso che sei in grado di fare, ma anche le tue conoscenze sull'argomento.
Non ti aspettare certo di brillare in questa interrogazione o esame ma… non si sa mai magari potreste avere un sano colpo di ... fortuna!

Questa è la tecnica di Secchiata che ho elaborato negli ultimi anni! Voi invece come cercate di cavarvela? Spiegatemi nei commenti la vostra personale arte della “Secchiata del giorno prima”!

Commenti